Aggiungi ai preferiti
11 Maggio 2022

Sentirsi come uno dei Mille: ripercorrere a piedi il tragitto da Marsala a Calatafimi

Tra l’11 e il 30 maggio 1860 poco più di un migliaio di combattenti volontari guidati da Giuseppe Garibaldi si incamminò su un tragitto che attraversava la Sicilia Occidentale.

La Spedizione dei Mille, partì con due navi da un porto vicino a Genova nella notte tra il 5 e il 6 maggio, alla volta dell’isola. L’11 maggio 1860 le due navi sbarcarono allora sulle coste di Marsala, all’estremo occidente della Sicilia, perché gli informatori garibaldini avevano rivelato che la zona non era protetta da soldati borbonici.

Da Marsala Garibaldi poté, dunque, introdursi nel territorio siciliano verso Salemi (che venne proclamata dallo stesso Garibaldi la prima capitale dell’Italia liberata) il 14 Maggio con il suo manipolo di soldati, alcuni dei quali giovanissimi, appena adolescenti, attraversando territori caratterizzati da panorami sbalorditivi, tra mare e pendii, campagne e borghi.

Giunse a Calatafimi, il giorno successivo e sul colle di Pianto Romano venne combattuta dai due eserciti contrapposti, dei garibaldini e dei borbonici, la battaglia che diventò una pietra miliare nella storia italiana.

Questo cammino è stato ricreato e mappato recentemente attraverso «Essere Mille. Guida allo sbarco in Sicilia per aspiranti garibaldini» (2022, Exòrma edizioni), il libro dell’autore Stefano Cascavilla che, partendo dai diari e dai resoconti dei garibaldini, accompagna passo dopo passo il lettore, gli appassionati di storia e di cammino lento tra le campagne siciliane, fichi d’india, bagli e scenari mozzafiato.

Percorsi di trekking, storia e immagini naturali dal forte impatto emotivo caratterizzano questo angolo dell’isola, tutto da scoprire!

Salemi
Definito quale uno dei borghi più belli d’Italia, dai suoi 442 metri s.l.m. osserva dall’alto della collina su cui è adagiata una vallata in cui si alternano filari di vigneti, giardini, campi di grano, sentieri, mulattiere, torrenti.

Pianto Romano (Calatafimi)
Da visitare, perché ricco di emotività, il Sacrario di Pianto Romano, un monumento garibaldino dove sono custodite le spoglie dei protagonisti della battaglia di Calatafimi del 1860. Un biglietto combinato, consente, inoltre, di visitare il Museo di Pianto Romano e il Parco Archeologico di Segesta.

Marsala
Una città nella quale storia e geografia s’intrecciano meravigliosamente e per la quale il suo porto ha avuto nei secoli un’importanza strategica importantissima, non solo per le battaglie e come crocevia di popoli e culture, ma anche per i commerci, a partire da quello del vino.